OPERAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA: SEQUESTRO DI DROGA E DI UNA DISCARICA ABUSIVA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CRONACA :: CAMPOBASSO
lunedì, 13 agosto 2018
Operazione della Guardia di Finanza: sequestro di droga e di una discarica abusiva
Assidua l'attività di controllo del territorio da parte degli uomini della Guardia di Finanza di Campobasso. Particolare attenzione in questo periodo è dedicata allo spaccio di sostanze stupefacenti e al monitoraggio delle  movimentazioni di denaro potenzialmente in grado di nascondere evenienze di riciclaggio di proventi illeciti, ovvero anche fenomenologie di evasione fiscale. Nell'ambito di queste operazioni, le Fiamme Gialle, coadivate dalle unità cinofile, hanno controllato oltre 1.200 automezzi e individuato 57 persone responsabili a vario titolo di condotte illecite, delle quali 38 segnalate alle competenti Autorità Prefettizie, una posta in stato di arresto per traffico di stupefacenti (con connesso sequestro di oltre 1,1 chilogrammi di cocaina e circa venti grammi della pericolosa sostanza stupefacente denominata “Kobret”) ed altre 18 denunciate a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria in quanto responsabili di condotte illecite legate al mercato dell’eroina (per un totale sequestrato pari a gr. 37), l’hashish e la marijuana (per un totale sequestrato pari a gr. 90). Inoltre i militari hanno sottoposto a sequestro anche una piccola piantagione di “Cannabis indica”. Sono ancora in corso le indagini per identificare i responsabili della coltivazione.
Le Fiamme Gialle di Campobasso hanno poi sequestrato un’area - adibita a discarica abusiva - di oltre 6.000 mq, all’interno della quale erano presenti ingenti quantità di materiali cementizi di risulta, di inerti da demolizione, ferri da cantiere, elettrodomestici in disuso, materiale plastico, nonché frammenti di coperture in eternit e altri manufatti in fibrocemento contenenti amianto. Numerose le attività di verifica e controllo fiscali finalizzati nel periodo estivo, tra le quali spicca un’attività ispettiva conclusa nei confronti di un’azienda operante nel basso Molise, con una evasione constatata sulle imposte dirette e indirette pari a circa venti di milioni di euro, nonché l’utilizzo e l’emissione accertata di fatture per operazioni inesistenti per circa quindici milioni.
 
 
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Uccise fratello: La Porta, chiedo pietà Uccise fratello: La Porta, chiedo pietà
    "Chiedo solo pietà. Anche io quel giorno sono morto con mio fratello". Così Antonio La Porta si è rivolto ai giudici della Corte d'Appello di Campobasso prima che questi, stamattina, si ritirassero in camera di consiglio per emettere la sentenza del processo di secondo grado a carico dell'uomo che nel maggio di due anni...