Istituzione del Parco del Matese: si chiede un incontro con il Ministro dell'Ambiente

La Rete dei Comitati di Tutela Ambientale di Campania e Molise chiede un  incontro urgente al Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. Scopo è quello di esplicitare le proprie preoccupazioni riferite all’installazione di decine di pale eoliche altamente impattanti nonché all’autorizzazione rilasciata dalla Regione Campania per un impianto di compostaggio a Sassinoro. Una zona situata alle falde del Matese e a ridosso del fiume Tammaro. "Come evidenziato nell’interrogazione parlamentare a firma degli On.li Antonio Federico e Pasquale Maglione del Movimento 5 Stelle sussiste il rischio di compromettere l’ecosistema di parte del territorio destinato a Parco Nazionale del Matese ai sensi della Legge n. 205/2017. Consentire il completamento delle installazioni di pale eoliche altissime e con basi di cemento profonde decine di metri che affondano in un terreno carsico ricco di sorgenti d’acqua o non fermare la realizzazione di un impianto di rifiuti che insiste in un’area molto bella in termini paesaggistici, compromette di fatto gran parte delle opportunità connesse con la perimetrazione e l’attivazione del Parco Nazionale del Matese. Spetta al Ministero dell’Ambiente, in attuazione di una legge nazionale, salvaguardare il territorio a fronte di scelte amministrative che vanno in direzione opposte assunte dalla Regione Campania".