Strage braccianti - Anche Potere al popolo sarĂ  a Foggia per dire no al caporalato

Una rappresentanza di Potere al Popolo di Campobasso parteciperà questa mattina  alla marcia organizzata dai braccianti di Foggia e della Capitanata in memoria dei 16 compagni di lavoro morti sabato scorso sulla Provinciale 105 e altri 12 nell'incidente occorso ieri sulla Statale 16, nei pressi di Lesina mentre tornavano dai campi dove avevano lavorato alla raccolta dei pomodori per la miserabile paga di 1 euro a quintale. Il corteo, che partirà da Torretta Antonacci (ex ghetto di Rignano) per concludersi davanti alla Prefettura di Foggia, accompagnerà e sosterrà lo sciopero deciso dalle centinaia di braccianti che domenica sera si sono riuniti in assemblea con l'Unione Sindacale di Base. L'appuntamento è stato alle 8 di oggi, mercoledì 8 agosto  all'ex ghetto di Rignano. Da non confondersi con la mobilitazione indetta nel pomeriggio da CGIL, CISL e UIL, gli stessi che hanno firmato l'aumento di 80 centesimi in busta paga, qualche settimana or sono. I partecipanti indosseranno un berretto rosso come quelli indossati dalle 4 vittime nel segno della solidarietà tra diseredati, contro lo sfruttamento e il caporalato.