Incontro tra l'artista Michelangelo Janigro e le Cantine Herero

"A Janigro lasciatelo stare", successo per l'incontro a-tipico tra arte e gusto molisani

Successo per la proiezione del cortometraggio “A Janigro lasciatelo stare”, con protagonisti l’artista Michelangelo Janigro e le sue opere. L’evento di ieri, 5 luglio, presso la Fondazione Molise Cultura ha visto presenti diverse personalità dello scenario culturale e istituzionale molisano. Il cortometraggio della durata di 30 minuti, è il frutto del lavoro iniziato lo scorso ottobre da Corradino Janigro. Il corto nasce con l’intento di raccontare attraverso un’intima intervista il percorso artistico di Michelangelo Janigro. Una regia d’eccezione per l’artista che si è messo a nudo raccontandosi al figlio regista. “Un lavoro che, quando pensato, non immaginavo potesse prendere forma nella realtà con l’allestimento di quella, che è per me, la mostra più significativa delle varie vite artistiche vissute”

Una mostra, infatti, che riesce a stupire ogni volta che ci si appresta a percorrere il viaggio virtuale tra le 260 opere. “Questa mostra si può definire un progetto importante e che potrà avere uno sviluppo nei prossimi mesi”. A rendere l’evento un piacevole momento conviviale la degustazione del vino San Mercurio della Cantina Herero. Un fulgido incontro quello tra Concetta Fornaro e Michelangelo Janigro che hanno saputo dialogare con l’intento di ottenere un risultato comune: il bene di un luogo, una città, una comunità. Una tappa fondamentale quella segnata ieri per il territorio che ha mostrato, ancora una volta, come gli incontri a-tipici siano occasione di crescita. “Un impegno - come ricordato da Concetta Fornaro - che non è fine a se stesso, ma che incoraggia a proseguire con nuove iniziative culturali e progetti sul territorio. Un percorso che offra grandi eventi artistici alla nostra comunità, grazie ad un lavoro sinergico, ci permette di ampliare l'offerta culturale della nostra Campobasso".