#LUDOSTORIE_ROSSELLA DE ROSA: UNA MAMMA CON LA MACCHINETTA A PORTATA DI CLICK - Molise Web giornale online molisano
giovedì, 07 giugno 2018
#ludostorie_Rossella De Rosa: una mamma con la macchinetta a portata di click
Rossella De Rosa

Due cose colpiscono di Rossella De Rosa: la chioma e la macchinetta sempre tra le mani. E sembra quasi strano. Perchè Rossella sa di mamma, di quelle di una volta e loro raramente hanno lo scatto a portata di click. Ma d'altronde il suo viaggio con l'obiettivo ha avuto inizio in età molto acerba "avevo circa 14 anni quando i miei mi comprarono la mia prima macchinetta. Poi a 18 anni ho preso un'analogica buona e fotografavo tutto quello che più mi incuriosiva". Un seme gettato subito e che, con il tempo, ha prodotto frutti copiosi "la passione è scoppiata con le macchinette digitali perchè ti permettono di scattare all'impazzata e di scegliere le fotografie più belle". Fino a quando la passione di Rossella è diventata un mezzo per far conoscere le varie ricchezze del Molise "da quasi cinque anni ho costituito dei gruppi su Facebook. Si tratta di Molise: Terra da amare, Beni materiali ed Immateriali del Molise ed Eventi in Molise. Lo scopo è promuovere il territorio. L'ultimo è un contenitore dove è possibile trovare tutti gli eventi che si svolgono in Molise e si è talmente sviluppato che conta circa 5000 persone. Ogni giorno, inoltre, ricevo decine di messaggi privati che mi invitano a pubblicare eventi. Conduco attività di pubblicità per dar modo a tutti di conoscere gli eventi che si tengono in Molise. Nei primi due, invece, si possono trovare dei vecchi filmati sulle tradizioni della piccola regione così come sul mio canale You Tube che si chiama Beni Immateriali del Molise. Inserisco, quindi, tutto ciò che avvalora il territorio. Pubblico anche di persone che si sono distinte o di ragazzi che hanno fatto qualcosa di particolare. Sono vicepresidente di un club di auto d'epoca e, spesso, attraversiamo il Molise. In queste occasioni faccio degli scatti e li divulgo. Il territorio va promosso non solo nella nostra terra ma anche e soprattutto fuori".

La foto scelta dal Comune 

E tra una pubblicazione e l'altra è arrivata anche una chiamata dal Comune di Campobasso "mi hanno detto che avevano selezionato delle foto e di mandare degli scatti. Tra questi c'è quello scelto per i manifesti del Corpus Domini 2018 e come simbolo dei Misteri che, quest'anno, hanno ricevuto il marchio Europeo della cultura. Sarà caricata, infatti, anche sul sito MIBACT". Una decisione che riempie d'orgoglio Rossella "sono onorata anche perchè sono nata a Roma e vivo a Campobasso da 23 anni dato che ho sposato un molisano. Ma  amo questa terra e la sento mia. Si tratta di un'immagine molto simbolica e credo sia stata scelta per questa ragione". La fotografia, infatti, racchiude in un colpo solo tante sfumature degli Ingegni. Dalla struttura ai bambini fino ai balconi che diventano la platea per poter gustare uno spettacolo infinitamente emozionante "una foto nasce con lo scopo di cogliere un momento particolare e ho preso quello in cui cade la caramella. La signora, però, ne ha un'altra da offrire. Quindi non tutto è perduto". Rossella, tuttavia, non è nuova a riconoscimenti o incarichi "ho tenuto numerose mostre, anche fuori regione, su richiesta di associazioni culturali e amministrazioni comunali. Ho anche partecipato a diversi concorsi locali e nazionali ottenendo ottimi risultati". Insomma una passione coltivata a gonfie vele "sono laureata in Giurisprudenza ma mi sono dedicata alla famiglia. Questo mi ha permesso di coltivare ampiamente l'amore per la fotografia".

 

 

 

 

Alcuni scatti di Rossella De Rosa 

Gabbiani
Teatro Savoia
Sant'Antonio Abate
Toro

Teatro Savoia

Campobasso in festa
Tufara
Campobasso
Venerdì Santo
Portocannone
Regina d'Africa
Folklore a Termoli
Jelsi

Termoli

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate