SISTEMA SCOLASTICO: LA CGIL MOLISE CHIEDE UN CONFRONTO CON LA NUOVA GIUNTA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: REGIONE
domenica, 20 maggio 2018
Sistema scolastico: la CGIL Molise chiede un confronto con la nuova Giunta
Pino La Fratta e Paolo De Socio
FLC Cgil Molise

Inizia ufficialmente domani 21 maggio la XII legislatura e dopo la nomina degli assessori e l'assegnazione delle deleghe la CGIL Molise lancia un appello all'assessore Vincenzo Niro che avrà la delega all'Istruzione, Università , Ricerca ed Innovazione.

Dal sindacato lamentano il disinteresse della giunta regionale uscente, nei confronti del mondo della scuola e che negli ultimi anni le parti sociali sono state convocate solo per discutere del calendario scolastico.

"Il risultato - scrive il segretario FLC Cgil Molise Pino La Frattaè sotto gli occhi di tutti, il piano di dimensionamento scolastico non è stato approvato (risulta fermo al 2016), non è stato affrontato il tema di quale offerta formativa garantire agli studenti nei diversi territori. Sono presenti in regione istituti in reggenza, omnicomprensivi e pluriclassi, la legge sul sistema d’Istruzione e formazione è ferma al 1975, mancano interventi per rendere esigibile il diritto allo studio, l’edilizia scolastica è in situazione drammatica.

La scuola molisana nel frattempo continua ad andare incontro ad un drammatico spopolamento: come abbiamo già evidenziato, anche quest’anno si perderanno altri 965 alunni, e ciò porterà la popolazione scolastica regionale a 38.015 alunni (nel 2006 erano 47.335). Si tratta della percentuale di decremento annuale più alta d’Italia (-2,48%), a fronte di una percentuale  media nazionale inferiore allo 0,3%".

Quello che da tempo commentano dal sindacato è che "non si può solo certificare lo spopolamento, non si possono solo contabilizzare i tagli, sono necessarie azioni concrete in ambito nazionale e regionale affinché  vengano salvaguardate le esigenze specifiche del Meridione in generale e del Molise in particolare".

Al Presidente della Regione ed al neo Assessore all’Istruzione dalla Cgil Molise chiedono di convocare quanto prima le parti sociali per discutere delle urgenze del sistema scolastico: legge regionale sull’istruzione, dimensionamento, edilizia scolastica, organici, diritto allo studio.

"In occasione dell’insediamento della nuova assise prevista lunedì 21 maggio, - conclude La Fratta - anche la FLC sarà presente insieme alla CGIL Molise: riteniamo di vitale importanza che si ponga da subito l’attenzione sui temi della conoscenza, perché essi sono prioritari per lo sviluppo della Regione e per creare opportunità di lavoro che possano fermare l’emorragia dello spopolamento".

 

 

 

 

 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Consiglio regionale: approvato il collegio unico Consiglio regionale: approvato il collegio unico
    Il Consiglio regionale, presieduto dal Presidente Vincenzo Cotugno, nella seduta di ieri, 27 novembre, ha approvato la proposta di legge concernente “Norme per l’elezione del Consiglio e del Presidente della Giunta regionale”. Il testo approvato a maggioranza dall’Aula, come ha spiegato il Relatore e Presidente della...