M5S - IL 38,5% RISULTATO STORICO. IL VERO SCONFITTO è IL CENTRODESTRA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: REGIONE
martedì, 24 aprile 2018
M5S - Il 38,5% risultato storico. Il vero sconfitto è il centrodestra

Si è conclusa poco fa, la conferenza stampa di ringraziamento del neo consigliere d'opposizione Andrea Greco, dopo il risultato delle elezioni del 22 aprile. "Mi sento di fare, prima di tutto il primo ringraziamento a tutte le persone che da sette anni credono in questo progetto, in questa rivoluzione gentile che incarna il Movimento Cinque Stelle, perchè è grazie a loro se oggi riusciamo ad esprimere sei consiglieri regionali, passando da due a seiSi tratta di un dato storico - continua il neo consigliere - è un dato che a livello regionale ci pone nell'olimpo dei risultati perchè non si era mai raggiunta una percentuale così alta nelle regioni: il 38,5% è un dato incredibile, 64.800 voti è un dato pazzesco". Nonostante si parli di un abbassamento del livello della preferenza rispetto alle politiche, Greco sollecita il loro primo obiettivo ovvero, tutelare i cittadini molisani "perchè - ha dichiarato - i tre grandi partiti messi insieme ovvero, Lega, Forza Italia e Fratelli D'Italia hanno conseguito il 22,5% del consenso, questo significa che sono lontanissimi dalle percentuali ottenute dal Movimento Cinque Stelle. Sono andati avanti perchè è chiaro nove liste a supporto della persona è normale che poi vanno a monopolizzare il voto nei piccoli Comuni (ovvero quelli che ci hanno penalizzato)". Successivamente, uno sguardo è andato alle prossime amministrative che si terranno a Campobasso e Termoli "due città - ha commentato - che ci hanno premiato, due città che ci vedranno far battaglia". Il neo consigliere, ha anche voluto ricordare le questioni personali che sono state nelle prime pagine dei quotidiani nazionali, informando tutti che ci sono dei procedimenti giudiziari in atto, anche per quel che concerne il fango gettato addosso a Vittorio Nola, Presidente del Consorzio di Bonifica di Venafro.

Dopo Greco,a prendere la parola è stato Fabio De Chirico: "Anche io credo che siamo migliorati quantitativamente, ma soprattutto qualitativamente, il lavoro sarà costruttivo perchè saremo intransigenti contro tutte le incongruenze che ci saranno in consiglio regionale e in Giunta. Io ho lavorato già in consiglio regionale, - ha continuato - è una scuola importante per portare avanti un progetto che parte da sette anni fa, e siamo arrivati al punto di avere la vittoria vicina. Una vittoria che sarebbe stata storica per l'Italia, una regione a cinque stelle ancora non c'è".  

Successivamente è stata la volta di Angelo Primiani: "Oggi per noi è un punto di partenza, non può essere considerato un punto di arrivo ma oggi ripartiamo da questo 38,5%. Da questa campagna elettorale abbiamo ricevuto tanto affetto e proprio da questo affetto che ripartiamo. Siamo andati vicino a realizzare un sogno - ha continuato Primiani - ma in questo sogno noi ci crediamo ancora e in questi prossimi cinque anni lo porteremo avanti attraverso un'opposizione dura, attenta ma al tempo stesso collaborativa".

Vittorio Nola invece, ha iniziato il suo intervento ringraziando tutti i cittadini molisani per la fiducia data al Movimento Cinque Stelle. "Uno dei punti programmatici che cercheremo di mettere in atto, - ha spiegato - sarà quello per il  rilancio dell'economia, non possiamo aspettare altri cinque anni per incentivarla". 

L'intervento conclusivo è stato affidato a Patrizia Manzo, che con il maggior numero di preferenze è stata riconfermata in consiglio regionale, "veniamo da una campagna elettorale di cui l'ultima particolarmente difficile, e proprio per questo voglio ringraziare Andrea per il suo lavoro, anche se non è stato facile per via degli attacchi, ma noi siamo stati sempre a testa alta. La sua determinazione è stata motivo di coraggio. E' stata una grande vittoria perchè siamo comunque il primo gruppo politico più votato in Molise, triplicando la presenza in Consiglio Regionale. Sarà un'opposizione dura, ferma, e porteremo avanti tutto quello di cui ci stavamo occupando in precedenza". 

Intervista ad Andrea Greco

 

 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Un nuovo disastro archeologico e ambientale  a San Vincenzo al Volturno Un nuovo disastro archeologico e ambientale a San Vincenzo al Volturno
    di Franco Valente   Qualche giorno fa seppi da un funzionario della Soprintendenza che stava per celebrarsi una nuova cerimonia della follia a S. Vincenzo al Volturno dove era programmata la ripetizione del disastro ambientale che 10 anni fa distrusse irrimediabilmente un ecosistema unico in Europa. Siamo nell’ambito dell’area...