ISERNIA - CONTROLLI STRAORDINARI DEI CARABINIERI: SCATTANO PERQUISIZIONI, DENUNCE E SEQUESTRI - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CRONACA :: ISERNIA
martedì, 10 aprile 2018
Isernia - controlli straordinari dei Carabinieri: scattano perquisizioni, denunce e sequestri

Controlli straordinari dei Carabinieri sono in corso tra Isernia e comuni limitrofi, al fine di prevenire il fenomeno dello spaccio di stupefacenti e contrastare i reati di tipo predatorio che creano maggior allarme sociale. Ad agire i militari delle locali Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile, in collaborazione con unità antidroga del Nucleo Cinofili dell’Arma. Circa un centinaio i mezzi controllati con i rispettivi conducenti e passeggeri, numerose le perquisizioni eseguite per la ricerca di armi, droga e refurtiva. Contestate dieci contravvenzioni per violazioni alle norme del codice della strada. L’azione dei Carabinieri si è concentrata soprattutto su obiettivi sensibili, quali istituti scolastici, lo scalo ferroviario, il terminal bus, la villa comunale e altri luoghi di ritrovo dei più giovani. E proprio in una via del centro cittadino è stato fermato un giovane di origine egiziana, armato di un coltello a serramanico e in possesso di sostanze stupefacenti. Sotto sequestro è finita sia l’arma che alcune dosi di marijuana occultate all’interno di un involucro di cellophane. Il giovane è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per porto illegale di armi e detenzione di stupefacenti. Le indagini dei Carabinieri sono ora tese ad accertare se la droga rinvenuta era per uso personale o se destinata all’attività di spaccio, nonché il motivo per il quale il giovane fosse armato di coltello.

Una donna di Venafro ha denunciato ai Carabinieri di essere rimasta vittima del furto del suo smartphone, avvenuto all’interno di una piscina di una struttura ricettiva. Le immediate indagini, anche di natura tecnica, condotte dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, consentivano di risalire all’attuale utilizzatore dello smartphone, che veniva identificata in una giovane donna di Isernia, che ora dovrà rispondere del reato di ricettazione. Ulteriori indagini sono in corso per accertare se la stessa donna, utilizzatrice del telefonino, sia anche l’autrice materiale del furto.

E’ stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Colli al Volturno, si tratta di un pregiudicato di origine siciliana, resosi responsabile del reato di truffa aggravata. L’uomo aveva messo in vendita online una macchina agricola al prezzo di circa mille euro, che veniva acquistata da un cittadino di Rocchetta al Volturno tramite pagamento post-pay. Una volta scoperto che il mezzo agricolo era di fatto inesistente, è scattata l’indagine dei militari dell’Arma, che anche attraverso attività di natura tecnica, sono riusciti a risalire all’autore della truffa. Ulteriori indagini sono comunque in corso per accertare se il pregiudicato si sia reso protagonista di altre analoghe truffe in campo nazionale.

 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate