REGIONALI 2018 - SPUNTA GRANDE MOLISE NEL CENTROSINISTRA E ULTIMATUM DEI MOVIMENTI CIVICI A IORIO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: REGIONE
mercoledì, 14 febbraio 2018
Regionali 2018 - Spunta Grande Molise nel centrosinistra e ultimatum dei movimenti civici a Iorio
Ufficialmente la campagna elettorale inizia trenta giorni prima del voto. Ma solo ufficialmente, appunto. Tra manifestazioni per presentare le candidature per le Politiche, incontri con i simpatizzanti, le principali forze politiche scaldano i motori anche in vista del voto per le Regionali. E' stato un inizio settimana di ultimatum e novità.
Cosa sta accadendo nel centrodestra? I rappresentanti dei movimenti civici, presenti domenica scorsa al grande evento di Mario Pietracupa all'Hotel Dora, dopo essere rimasti fuori dai giochi per le Politiche, hanno chiesto a gran voce di trovare un accordo sulle Regionali prima del 4 marzo. Sembrerebbe, quindi, che per i cosiddetti cespugli stia per arrivare l'ufficializzazione del nome Enzo Di Giacomo come candidato presidente. Un ultimatum che va contro l'idea lanciata dall'ex governatore Michele Iorio che ha chiesto di focalizzare l'attenzione sulle regionali dal 5 marzo. 
Nel centrosinistra si è giunti, dopo vari annunci, a definire l'assemblea dei 1000 per Ulivo 2.0, Democratic@ e Centro Democratico che si terrà domenica 25 febbraio a Campobasso. Una giornata importante che vedrà nominare il candidato Presidente. Si uniscono, inoltre, alla lista di coloro che hanno rotto con Frattura i Socialisti in Movimento, Sinistra Italiana, Italia dei Valori, Possibile, Liberi e Uguali e una parte del Pd che non ha ancora ufficializzato l'uscita dal gruppo, ma che hanno fatto intendere di non condividere l'eventuale candidatura dell'attuale Presidente della Regione. Novità, infine, dalla famiglia Di Pietro che ha presentato il proprio simbolo con Grande Molise e che vedrebbe Di Pietro senior candidato presidente per l'unità del centrosinistra. 
E nel Movimento 5 Stelle? Oltre alle voci che vedrebbero come candidata presidente Patrizia Manzo o, addirittura, l'attivista Andrea Greco non è da escludersi il ritorno a un nome noto della magistratura che qualche mese fa circolava tra le fila pentastellate. 
 
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate