IMMIGRAZIONE: ESISTE SOLIDARIETà E ACCOGLIENZA? A PARLARNE AI MOLISANI PIETRO BARTOLO E ANGELO MORETTI - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: EVENTI
sabato, 10 febbraio 2018
Immigrazione: esiste solidarietà e accoglienza? A parlarne ai molisani Pietro Bartolo e Angelo Moretti
Se qualcuno aveva ancora dei dubbi sull’impatto del detto e non detto attorno al tema immigrazione dovrebbe aver aperto definitivamente gli occhi. Ciò che sta accadendo è la conferma che siamo su un crinale pericoloso. 
Ascoltando nei giorni scorsi - in realtà negli ultimi mesi - alcune dichiarazioni si ha l’impressione di cogliere errori uguali e contrari: chi vuole impedire un’invasione selvaggia e chi, invece, vorrebbe integrare senza alcun criterio, chi ha paura e addirittura ne richiede l’esclusione dai contesti sociali così avvenuto nella “tranquilla” Larino con la singolare richiesta che ha visto alcuni genitori di alunni di una scuola elementare raccogliere adesioni per chiedere alla dirigente di attivare una classe “speciale” senza disabili ed immigrati.
Un ritorno a un periodo che hanno visto milioni di persone morire? Si può parlare di neofascismo? E' possibile che oggi si rievochino concetti basati sulla razza? Si ha l'impressione che non si sia modificata per nulla la cultura negli ultimi anni. Un pericolo molto più grave dei vari movimenti estremisti, che possono essere arginati, ma se si diffonde una cultura basata sul pregiudizio, notizie false prese per vere si perde la percezione della realtà e non si sa più in che mondo si vive. I toni sono così più assurdi e la necessità è quella di riportare l’attenzione sulla conoscenza e la corretta informazione tra i cittadini e le amministrazioni.
E' questa la finalità dell'evento Cronache di Inverno - Passi di Integrazione che vedrà partecipare, lunedì 12 febbraio alle ore 18.00 presso l'Aula Consiliare del Comune di Campobasso e in diretta streaming sulla pagina Facebook Moliseweb, Pietro Bartolo e Angelo Moretti. 
Bartolo è colui che da anni si ritrova a prestare soccorso a migliaia di immigrati al molo Favaloro, luogo che ha "tanto odiato e tanto amato. Vorrei che presso questo molo non ci fosse più bisogno di me, ma, purtroppo, gli sbarchi continuano senza sosta. Il mio posto è qui". E così in questi anni ha visitato oltre 300 mila persone, fatto nascere decine e decine di bambini da donne che avevano attraversato il Mediterraneo incinta, a bordo di barconi o gommoni, rischiando la morte ogni momento. E di altrettanti bambini purtroppo, ha solo potuto constatare il decesso. Bartolo nelle sue apparizioni pubbliche parla di dolore e speranza. La sua testimonianza è un pugno allo stomaco. Necessaria. Perché la sua storia, che è anche nel libro Lacrime di sale, trasuda umanità da ogni parola. E a quel medico di frontiera che si dice non essere un eroe, ma solo un uomo che affida, a chi è distante dal dolore e da situazioni incomprensibili per chi è cresciuto nel benessere, spunti di riflessione a coloro che considerano i migranti solo come un problema.
Moretti è il Coordinatore della Caritas Benevento, Direttore Generale Consorzio "Sale della Terra" Onlus e tra i promotori del Manifesto per una rete dei piccoli Comuni del Welcome. L'iniziativa è nata lo scorso anno, 2017, e punta a una novità strutturale che unisce due parole: welfare e welcome. Il welfare è un’esperienza fondamentale di protezione sociale, con il welcome ci si proietta sull'importanza della relazione mettendo al centro la persona.  
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Campobasso aderisce all'iniziativa A.M.I.C.I. colorando il Municipio di viola Campobasso aderisce all'iniziativa A.M.I.C.I. colorando il Municipio di viola
      In occasione della giornata mondiale dedicata alle persone con malattie infiammatorie croniche dell'intestino,anche Campobasso ha illuminato il Palazzo del Municipio di colore viola. L'evento promosso da  "A.M.I.C.I. Onlus",l'Associazione Nazionale per le malattie infiammatorie croniche dell'intestino,...