ISERNIA,CARABINIERI IN AZIONE: MISURA PREVENTIVA PER PREGIUDICATO RESPONSABILE DI ESTORSIONE E DUE DENUNCE PER TRUFFA AGGRAVATA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CRONACA :: ISERNIA
martedì, 06 febbraio 2018
Isernia,Carabinieri in azione: misura preventiva per pregiudicato responsabile di estorsione e due denunce per truffa aggravata

Controlli dei Carabinieri sono scattati nelle ultime ore in varie zone di Isernia e lungo le arterie principali che collegano il capoluogo con i comuni limitrofi. I militari hanno proceduto ad accertamenti su sessanta veicoli in transito, hanno identificato i relativi conducenti e passeggeri e nei casi sospetti eseguito perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva. Sotto sequestro due veicoli poiché privi di copertura assicurativa, ritirate due patenti di guida e riscontrate dieci violazioni alle norme del codice della strada. Nei confronti di un pregiudicato isernino, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno inoltre avanzato alla competente Autorità Giudiziaria, la proposta per l’applicazione della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza, avendo accertato che lo stesso nel recente passato si è reso responsabile di una serie di reati che vanno dall’estorsione ai maltrattamenti in famiglia, dai reati in materia di stupefacenti a quelli in materia di armi, e di una serie di gravi violazioni in materia di sicurezza stradale. A seguito di un’attività investigativa i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Agnone, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia due pregiudicati originari della provincia di Foggia, per reati di truffa aggravata e falsità in titoli di credito. Secondo quanto accertato dai militari, un commerciante del luogo si era affidato ad un sito di annunci online per vendere un escavatore di sua proprietà. La vittima veniva contattata dai due pregiudicati che fissavano un appuntamento per l’acquisto del mezzo. All’incontro, fissato per il fine settimana, quando gli istituti di credito sono chiusi, l’ignaro commerciante riceveva quale corrispettivo un assegno circolare a lui intestato dell’importo di ventimila euro. Successivamente, alla riapertura dell’istituto bancario, l’amara scoperta, l’assegno in realtà era falso. A questo punto sono stati attivati i Carabinieri che hanno ricostruito l’intera vicenda, riuscendo ad individuare i due pregiudicati anche attraverso attività tecniche, accertando che i soggetti erano coinvolti in altre analoghe truffe commesse in varie parti del territorio nazionale. L’assegno in questione è stato sottoposto a sequestro.

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Questura, uffici chiusi il 13 aprile
    Con preghiera di divulgazione alla cittadinanza, si comunica che, nella sola giornata di mercoledì 13 aprile, tutti gli uffici aperti al pubblico della Questura di Campobasso resteranno chiusi.