LA SICILIA BAROCCA DI GIOSUè CALACIURA OSPITE DI "TI RACCONTO UN LIBRO" - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: EVENTI
giovedì, 18 gennaio 2018
La Sicilia Barocca di Giosuè Calaciura ospite di "Ti racconto un libro"

Ripresa in grande per la XVI edizione di Ti racconto un libro 2017-2018, il laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione promosso e realizzato dal Comune di Campobasso e curato dall’Unione Lettori Italiani, col patrocinio della Provincia di Campobasso – che torna con un grande nome del panorama narrativo italiano. A ridare il via al cartellone di appuntamenti sarà infatti il giornalista palermitano Giosuè Calaciura con la presentazione del suo Borgo Vecchio. Collaboratore di Radio Rai e di numerose testate giornalistiche, Calaciura firma un affresco dalle tinte barocche, facendo rivivere il grande racconto isolano con una scrittura fitta di colori e sapori ma anche di sentimenti pieni e dolorosi. Nelle metropoli esistono spesso delle zone che sembrano concentrare in poche strade l’energia, il carattere, l’oscurità, la violenza e la bellezza della città intera, come fossero un condensato di vita, una versione raggrumata e forte dei sapori di ogni angolo e piazza. Questo è il quartiere di cui racconta Calaciura, una manciata di viuzze nel cuore di Palermo nelle quali si rispecchia e deforma ogni vizio e virtù, cuore e budella, miseria e ricchezza. Qui vivono Mimmo e Cristofaro, bambini e amici fraterni, Carmela e sua figlia Celeste, Totò il rapinatore e l’amico che lo tradirà, qui si allevano cavalli per le corse e si truccano le bilance delle salumerie, mentre i latrati del traghetto si confondono con i lamenti causati dai pugni di un padre ubriaco. Da un lato c’è il mare, col suo vento che scombina gli odori in vortici ballerini, portando fragranza di carne sin dentro le case di chi carne non mangia mai. Dall’altro c’è la piana distesa della città, coi suoi negozi, le signore benestanti, la legge e le guardie. Nei vicoli l’odore del pane sfornato due volte al giorno suscita un tale stupore che ciascuno si segna con la croce, magari mentre le forze dell’ordine prendono d’assedio il quartiere e ne presidiano gli accessi. Ma la città più grande non può soffocare le sue viscere, il suo cuore, perché lì si è posata la sua anima, lì si intravedono i miracoli e la meraviglia di ogni giorno, la fierezza e l’efferatezza dell’antico, del presente, la speranza del futuro. L’appuntamento con l’autore è in programma lunedì 22 gennaio alle ore 18.30 nel Circolo sannitico di Campobasso. Durante l’incontro dialogherà con la giornalista Daniela Del Gaudio.

BIOGRAFIA

Giosuè Calaciura è nato a Palermo nel 1960. Giornalista, collabora con Radio Rai, con alcuni quotidiani e diverse riviste. I suoi racconti sono apparsi su «Il Sole-24 Ore», «Lo Straniero» e «Nuovi argomenti»; nell’antologia Disertori (Einaudi, 2001) e in Luna nuova. Nuovi scrittori dal Sud (Argo, 1997). Ha pubblicato tre romanzi: Malacarne (1998), Sgobbo, Premio Selezione Campiello 2002, e La figlia perduta. La favola dello slum (2005). Per Sellerio ha pubblicato Bambini e altri animali (2013).

 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate