“A lezione di coraggio”. Un messaggio di legalità per la scuola: lunedì 15 gennaio al Liceo classico di Campobasso

Si intitola “A lezione di coraggio” il messaggio di legalità per la scuola diffuso dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise attraverso il contributo di personalità di primo piano appartenenti al mondo delle istituzioni e della società civile. Il seminario formativo si svolgerà lunedì 15 gennaio, presso l’Aula Magna del Liceo Classico “M. Pagano” di via Scardocchia a Campobasso a partire dalle ore 15:30.  Relatori saranno Nunzio Galantino, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana e Federico Cafiero De Raho, Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo. I lavori saranno introdotti da Guido Rispoli, Procuratore Generale della Corte d’Appello di Campobasso e moderati da Vincenzo Morgante, Direttore Nazionale Tgr – RAI. I saluti istituzionali sono stati affidati ad Anna Paola Sabatini, Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise e da Nicola D’Angelo, Procuratore della Repubblica di Campobasso.  “E’ un appuntamento formativo di grande rilievo – ha commentato il Dir. dell’USR Molise,

Direttore USR Molise, Anna Paola 
Sabatini

Anna Paola Sabatini – sia per il livello dei relatori e degli ospiti presenti all’iniziativa, sia per i temi che saranno trattati. L’obiettivo è continuare il lavoro che da anni l’Ufficio Scolastico Regionale e tutte le nostre scuole stanno portando avanti nelle aule e sul territorio per diffondere e rafforzare la cultura della cittadinanza e della legalità. Il nostro USR, anche in base ai protocolli e alle linee guida diffuse dal Miur, ha inserito il tema della legalità al centro della propria attività informativa, formativa e didattica. Questo seminario – ha aggiunto Anna Paola Sabatini - rappresenta il culmine di un lavoro in grado di proiettare il Molise tra i territori virtuosi, a livello nazionale, sul tema della valorizzazione della cultura della legalità e del contrasto alle forme di criminalità. Ringrazio i prestigiosi ospiti e i relatori che hanno voluto condividere con noi questo momento di formazione contribuendo, dall’alto della loro esperienza, a far crescere ulteriormente l’esperienza didattica e formativa della nostra Comunità scolastica e del nostro territorio”.