COMITATO REFERENZIARIO NO TUNNEL: "IL DIRITTO DI INFORMAZIONE E DI CRITICA NON PUò ESSERE SILENZIATO" - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: TERMOLI
venerdì, 15 dicembre 2017
Comitato Referenziario No Tunnel: "Il diritto di informazione e di critica non può essere silenziato"

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a cura del Comitato Referendario e Coordinamento No Tunnel: "Sempre più spesso nel nostro Paese i principi della democrazia, politica e sociale, sono disattesi o quantomeno trascurati, come fossero astrazioni sterili e polverose, eredità del turbolento XX secolo, bellurie intellettualistiche, zavorra che disturba il dio mercato. Invece oggi più che mai non possiamo tollerare concessioni ad un revisionismo storico, che non solo è superficiale e deformante, ma che impoverisce ed avvelena la vita materiale e morale della stragrande maggioranza dei cittadini, degradati a sudditi. I principi democratici devono essere tutelati e ribaditi costantemente di fronte ai tentativi, a volte evidenti, a volte striscianti, di fare prevalere gli interessi di pochi a discapito di molti. In questo scivolamento verso il totalitarismo degli affari si inquadra il tentativo di silenziare il diritto di informazione e di critica che il Comitato Referendario ed il Coordinamento No Tunnel esercitano tramite il blog “Termoli Nel Tunnel”. Il 28 novembre u.s. siamo stati diffidati, insieme al service provider al quale il blog si appoggia, per avere pubblicato sul nostro blog questi tre articoli:

  • Cosa succederà al Grande Scempio a seguito dell’opposizione del MiBACT;

  • Come ti “sistemo” piazza S. Antonio;

  • Lo spiano di Sant’Antonio.

A diffidarci sono stati l’amministratore dell’impresa proponente il project financing e tre suoi collaboratori apicali, lamentando una presunta violazione del diritto d’autore sul progetto del Grande Scempio. Noi per primi siamo sensibili alla tutela del diritto d’autore e condividiamo appieno l’opinione espressa da Francesco di Giorgio Martini: “sono riluttante a dimostrarle [le mie invenzioni architettoniche] a tutti, poiché una volta che un’idea sia fatta conoscere non rimane nulla di segreto. Ma pure questo sarebbe un male minore se non seguisse uno maggiore. Il peggio è che gli zotici si adornano con la fatica di altri e usurpano la gloria di una invenzione che non è la loro …”. Possiamo tranquillamente assicurare i diffidanti che non abbiamo la benché minima intenzione di usurpare il loro lavoro, ma ci limitiamo ad esercitare il diritto democratico di informazione e di critica. Qui non ci addentriamo negli aspetti tecnico-giuridici, che abbiamo trattati nella nostra risposta ai diffidanti, ma vogliamo evidenziare l’aspetto politico della vicenda. Come può venire in mente ad un imprenditore ed ai suoi collaboratori apicali che il progetto di un’opera, dichiarata di pubblica utilità, debba essere protetto dagli occhi indiscreti dei cittadini, destinatari finali dell’opera medesima? Sull’argomento ci piacerebbe conoscere il parere del sindaco di Termoli, augurandoci che, una volta tanto, la pensiamo allo stesso modo. Se da un lato siamo sconcertati e preoccupati dal tentativo di opacizzare il Grande Scempio, dall’altro ci sentiamo incoraggiati a continuare sulla strada della trasparenza e della denuncia, che evidentemente tocca corde sensibili. Questa è una strada che vogliamo percorrere non da soli, ma insieme alle istituzioni che si sono mostrate attente e sensibili e, specialmente, insieme ad un numero sempre crescente di nostri concittadini, perché scongiurare la realizzazione del Grande Scempio sarà principalmente una vittoria dei termolesi".

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Ignazio Messina in Molise: Ignazio Messina in Molise:"Di Pietro contro Renzi in Italia e con Renzi in Molise"
    " Chi pensa che sono venuto qui per parlare male di Antonio di Pietro ha sbagliato di grosso, le mie saranno soltanto riflessioni di carattere politico" . Così ha esordito il segretario nazionale dell'Italia dei Valori Ignazio Messina arrivato questa mattina a Campobasso, nella sala Mancini del Comune, insieme al suo tesoriere...