IL BIOTESTAMENTO è LEGGE, OK DEFINITIVO IN SENATO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA
giovedì, 14 dicembre 2017
Il biotestamento è legge, ok definitivo in Senato
Il biotestamento, legge già licenziata dalla Camera, è passata senza modifiche al Senato nella giornata di ieri 14 dicembre. La legge è stata quindi approvata in via definitiva con 180 favorevoli, 71 contrari e sei astensioni. Al termine del voto finale, l’aula ha lungamente applaudito l’approvazione del provvedimento.
Cosa prevede il biotestamento
Nutrizione e idratazione artificiale dove "ogni persona maggiorenne e capace di agire ha il diritto di accettare o rifiutare qualsiasi accertamento diagnostico o trattamento sanitario indicato dal medico per la sua patologia o singoli atti del trattamento stesso". Inoltre la legge stabilisce che il paziente "ha il diritto di revocare in qualsiasi momento il consenso prestato, anche quando la revoca comporti l'interruzione del trattamento". Accanimento terapeutico e abbandono di cure. Il medico deve adoperarsi per alleviare le sofferenze del paziente, anche in caso di rifiuto o di revoca del consenso al trattamento sanitario. Responsabilità del medico in cui dovrà rispettare la volontà espressa dal paziente di rifiutare il trattamento sanitario o di rinunciarvi. Ciò comporterà la conseguenza di mancanza di responsabilità civile o penale del medico. Attenzione per i minori e incapaci di intendere e volere. Si legge nell''articolo 2 della legge che il consenso è espresso dai genitori esercenti la responsabilità genitoriale o dal tutore o dall'amministratore di sostegno, tenuto conto della volontà della persona minore di età o legalmente incapace o sottoposta ad amministrazione di sostegno. Le Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) è il documento in cui ogni individuo in previsione di una propria futura incapacità può, attraverso disposizioni anticipate di trattamento, esprimere le proprie convinzioni e preferenze in materia di trattamenti sanitari indicando una persona di fiducia che agirà per conto delle volontà espresse. Pianificazione condivisa delle cure, un punto importante che avvierà una relazione tra medico e paziente fatta di pieno rispetto della dignità della persona. 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Petraroia (Pd) : ora bisogna lottare contro la povertĂ  estrema
    Ritengo mio dovere istituzionale rilanciare alla rappresentanza amministrativa comunale, provinciale, regionale e parlamentare il grido di dolore del responsabile della Pastorale Sociale e del  Lavoro dell’Arcidiocesi di Campobasso – Bojano che da quattro decenni segue la Parrocchia più grande del Molise...