FEDERAZIONE PD DEL BASSO MOLISE - MARCANTONIO "RAFFORZARE IL PERIMETRO DEL CENTROSINISTRA PER LE REGIONALI 2018" - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: TERMOLI
giovedì, 14 dicembre 2017
Federazione PD del Basso Molise - Marcantonio "rafforzare il perimetro del centrosinistra per le regionali 2018"
Temi scottanti sono stati oggetto di discussione ieri sera, 14 dicembre, durante l’Assemblea di Federazione del PD del Basso Molise. L’Assemblea, convocata dal segretario di Federazione Pasquale Marcantonio, ha avuto come punto centrale -com’era prevedibile- la nuova legge elettorale regionale dove è emerso un generale e sentito malcontento in quanto in contrasto con ciò che era stato deliberato dall’Assemblea del partito. 
Lo scorso 27 maggio, infatti, il PD si era espresso per l’eliminazione del listino maggioritario e del voto disgiunto, per l’equa rappresentanza di genere e, soprattutto, per tre collegi circoscrizionali. Ed è proprio sul numero dei collegi che si è acceso il contrasto. La legge elettorale approvata prevede il collegio unico regionale, decisione che ha infiammato sia la federazione provinciale di Isernia, ma soprattutto quella del Basso Molise.
Il malcontento e lo sconcerto che, però, aleggia nella Federazione bassomolisana non è dovuto solo alla legge elettorale. L’Assemblea ha manifestato una forte insoddisfazione riguardo il comportamento generale di tutti i Consiglieri regionali eletti nelle liste del Partito Democratico che, secondo il segretario Marcantonio, si sono dimostrati “sempre pronti a cambiare casacca per convenienza o opportunità, dopo aver preso il treno insieme”.
Per questa ragione, la Federazione chiede con decisione alla segreteria regionale del PD di esprimere sin da ora metodi e regole chiare e certe sulla formazione di liste rappresentative per le prossime elezioni regionali e nazionali. “Quel che chiediamo con fermezza e decisione alla Segreteria regionale – ha affermato il segretario di Federazione - è di continuare, per ragioni di metodo, sulla strada indicata dalla scorsa Assemblea sul metodo che ci doveva portare alla scelta della coalizione di centrosinistra al prossimo governo regionale”. 
Marcantonio ha, poi, ricordato come l'obiettivo iniziale era quello di avviare una fase di ascolto e proposta politica. Una fase che avrebbe dovuto coinvolgere la base del PD, a partire dai circoli, gli alleati della coalizione di centro sinistra, i corpi intermedi e gli amministratori del territorio. “Si era richiesta, inoltre, la convocazione di un’Assemblea programmatica – ha continuato il segretario - al fine di valutare i risultati del Governo regionale a partire dal programma di mandato ricevuto”. Promesse che, per ora, risultano disattese.
Eppure, come emerso nella giornata di ieri, a Termoli, è forte il desiderio di continuare a parlare di politica e di problemi del territorio, tralasciando le beghe elettorali e di posizionamento su liste elettorali. “Ci appelliamo alla Segreteria regionale – ha concluso Marcantonio – per avviare finalmente azioni che possano rafforzare il perimetro del centrosinistra in vista delle regionali del 2018. Chiediamo, inoltre, fermamente di avviare iniziative in tale direzione, tenendo presente lo strumento democratico delle primarie, così come da statuto del nostro partito”.
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate