GIORNATA DELL’EMIGRAZIONE MOLISANA: 110 ANNI DALLA TRAGEDIA DI MONONGAH - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CULTURA
mercoledì, 06 dicembre 2017
Giornata dell’Emigrazione molisana: 110 anni dalla tragedia di Monongah

Una giornata, quella di ieri 6 dicembre, dedicata al ricordo. E' stata celebrata la Giornata dell’Emigrazione molisana, che la vede istituita con legge regionale del 2015, organizzata dalla Presidenza del Consiglio regionale e dall'Assessorato alla Cultura.

Durante la mattinata si è dato molto spazio ai ragazzi delle scuole, a coloro che saranno i futuri dirigenti e che, si spera, non smettano mai di credere in una regione migliore perché, come recita lo slogan scelto, orgogliosamente molisani. 

Il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, ha ricordato che "la ricetta per scongiurare l’esodo esiste: provare ad investire nelle aree d’origine le proprie risorse per creare nuovo lavoro, per dare una prospettiva di crescita certa alla regione. Missione tutt’altro che facile perché oggi nemmeno le istituzioni riescono a dare delle risposte concrete e capaci di spingere i ragazzi a restare, a costruire su quella terra che i loro stessi nonni hanno dovuto abbandonare per andare a cercare lavoro altrove. Giovani che dovrebbero restare per evitare che i piccoli centri scompaiano perché senza le nuove generazioni anche la democrazia rischia di scomparire e con essa una serie di servizi essenziali che fanno di un centro una comunità".

Si sono susseguiti molti momenti, uno dei quali dedicato al contest “Il Molise visto con gli occhi dei ragazzi", realizzato dagli istituti scolastici regionali che ha visto gli studenti produrre piccoli reportage video. Il primo posto del contest è stato attribuito all’Istituto “Giordano” di Venafro, con il video ‘Radici molisane’, al secondo posto il video dell’Istituto “Manuppella” di Isernia e al terzo l’istituto ”PertiniMontini-Cuoco” di Campobasso. Per i primi classificati il premio attribuito è quello di un viaggio e soggiorno a Bruxelles con la visita al Parlamento europeo, organizzato con la collaborazione con l’europarlamentare molisano Aldo Patriciello. Il secondo e terzo premio, rispettivamente, è costituito da una cifra di mille e da cinquecento euro per l’acquisto di materiale tecnologico, entrambi finanziati dalla presidenza del Consiglio regionale.

Si è poi tornati a riflettere sullo stato dell'umanità, non solo passata ma anche attuale, il consigliere delegato alla cultura Domenico Ioffredi ha posto l'accento sulle reali stime delle vittime coinvolte nella strage del 6 dicembre 1907 a Monongah e dove molti di queste erano bambini non registrati una situazione che ancora oggi a distanza di 110 anni si ripropone in alcune realtà. Un mondo da migliorare e che deve vedere i giovani in prima linea. 
 
Nella serata, invece, è stato dato spazio al conferimento dei titoli di Ambasciatore del Molise nel mondo. Quest'anno sono stati assegnati al giornalista Giampiero Castellotti; al linguista venezuelano Michele Cast Michele Castelli; al contrammiraglio e scienziato statunitense Michael Michael e all'archietetto Teresa Iarocci Marica. Premiate anche dieci aziende molisane che si sono distinte sullo scenario nazionale ed internazionale.
 
E’ stata ricordata anche a Monongah, in  West Virginia, la tragedia mineraria. Il Presidente dell’Associazione Culturale “Monongah” e membro del direttivo nazionale del CTIM, Gianni Meffe, ha provveduto a consegnare al Comune un quadro realizzato dalla giovane artista molisana Le Renne mentre ha chiuso il dibattito il Console Generale d’Italia a Filadelfia, Pier Forlano, che dopo aver dato lettura del messaggio inviato dal Presidene della Repubblica, Sergio Mattarella, ha intrattenuto i presenti con un intervento sentito e coinvolgente. Dagli interventi dei partecipanti e’ emersa la necessita’ di agire immediatamente nel recupero del cimitero, che presenta forti criticita’ che metteno a rischio, se non gia’ accaduto, la conservazione di una parte fondamentale della memoria fisica del disastro. Andare oltre le diverge storiche per concentrarsi nel preservare e diffondere, attraverso l’inserimento nei libri di testo, quanto accaduto il 6 dicembre 1907.

 

Momenti della Giornata dell'Immigrazione molisana
 
 
 
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate