TERMOLI CINQUE STELLE: PROPOSTA DI CONFERIMENTO ONORARIA AL DOTT. ANTONINO DI MATTEO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: NEWS
mercoledì, 06 dicembre 2017
Termoli Cinque Stelle: proposta di conferimento onoraria al Dott. Antonino Di Matteo
Il Magistrato Nino Di Matteo

Riceviamo e pubblichiamo la mozione a cura di Termoli Cinque Stelle in particolare del portavoce Nick Di Michele, anche in seguito alle gravi e recenti dichiarazioni rilasciate dall'assessore Vittorio Sgarbi ha protocollato una mozione per richiedere il conferimento della cittadinanza onoraria termolese al magistrato Nino Di Matteo

Rilevato che: Il Dott. Antonino DI MATTEO, meglio noto come Nino, è entrato in Magistratura nel 1991 come Sostituto Procuratore presso la DDA di Caltanissetta; Nel 1999 il Dott. Di Matteo ha assunto l'incarico di Pubblico Ministero a Palermo, iniziando ad indagare sulle stragi di mafia in cui sono stati uccisi i Giudici Giovanni Falcone e Paolo
Borsellino, nonché gli agenti delle rispettive scorte; Tra le innumerevoli e delicatissime indagini dallo stesso svolte rilevano quelle sugli omicidi del Dott. Rocco Chinnici ed Antonino Saetta, anch'egli magistrato italiano ucciso insieme al figlio Stefano, per le quali ha ottenuto, rispettivamente, per il caso Chinnici, la riapertura delle indagini basata su nuovi elementi di prova e la condanna per i mandanti Ignazio ed Antonino Salvo, mentre per il caso Saetta ha ottenuto l'irrogazione del primo ergastolo del mafioso Totò Riina.
Considerato che:
  • questo servitore dello Stato convive da oltre vent'anni con minacce e intimidazioni e negli ultimi due anni, dopo le esternazioni del riconosciuto boss di cosa nostra Totò Riina – queste si sono trasformate in una vera e propria condanna a morte, disgraziatamente confermata anche dal potente padrino superlatitante Matteo Messina Denaro.
  • Ogni cittadino onesto dovrebbe coltivare la passione per il senso e per il dovere civico, evitando di adeguarsi alla deriva sempre più indifferente ai valori della Giustizia e molto spesso, insofferente nei confronti di coloro che ricercano la verità sui fatti legati alla criminalità organizzata;
  • l'indipendenza della Magistratura va tutelata al pari di qualunque altro valore costituzionale;
  • il conferimento da parte della Città di Termoli, della Cittadinanza Onoraria al Magistrato Antonino Di Matteo, sicuramente andrebbe a dare un chiaro segno della forte necessità, non più rinviabile, di un impegno straordinario e serio di rinnovamento morale ed etico in favore della Legalità da parte di tutti gli uomini e le donne impegnati nelle istituzioni;
  • oggi più che mai bisogna che le istituzioni diano chiari segnali e facciano dichiarazioni a sostegno del lavoro dei Magistrati di Palermo, e di altre Procure, impegnati nella lotta alla criminalità organizzata, ponendo a rischio la loro stessa vita per quegli ideali superiori di giustizia, verità ed onestà;
  • una tale iniziativa rappresenta l'abbraccio ideale della Comunità Termolese a tutti i servitori dello Stato, Magistrati e Forze dell'Ordine, che quotidianamente spendono il loro impegno nell'azione di contrasto alla malavita e forniscono un servizio alla collettività, soprattutto in favore dei più deboli, degli onesti, del cosiddetto “esercito silenzioso dei senza potere”;
  • Il conferimento della Cittadinanza Onoraria ben si inserisce nelle attività politico-istituzionali di un Comune, come quello di Termoli, che fa della legalità uno dei suoi valori fondamentali, soprattutto nell'ottica della normativa e delle procedure anticorruzione;
Alla luce delle attività che il Dott. Di Matteo sta svolgendo, si reputa necessario esprimere mediante tale atto, la vicinanza da parte dei cittadini e delle Istituzioni della Città di Termoli. Preso atto che: 
  • l'istituto della Cittadinanza onoraria, quand'anche non espressamente normato e regolamentato dall'Ente, costituisce un riconoscimento onorifico per chi, non essendo iscritto all'anagrafe della popolazione del Comune, si sia particolarmente distinto per l'esemplare affezione verso il Paese e per il personale apporto al miglioramento della qualità della vita e della convivenza sociale conseguente al generoso impegno nella professione.
  •  tutte le coscienze civili e democratiche rappresentate nel Consiglio Comunale di Termoli non possono lasciare solo questo coraggioso Magistrato, servitore dello Stato e, pertantoprescindendo da ogni appartenenza politica, ritengono di dover dare un chiaro segno che la politica si sta riappropriando di un ruolo di prima linea nella lotta alla mafia, si stariappropriando di quella capacità di denuncia, di quella capacità di far valere la responsabilità politica di certi comportamenti che in determinate fasi drammatiche della nostra storia sembrava perduta.
Per tutto quanto sopra premesso e considerato, IL CONSIGLIO COMUNALE DI TERMOLI, Visti: L'art. 114 della Costituzione; gli articoli 42 e 49 del D. Lgs. 267/2000; Lo Statuto del Comune di Termoli, DELIBERA Di conferire la cittadinanza onoraria al Dott. Antonino DI MATTEO.

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate