VIDEO STREAMING DELLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “IL CHE, MIO FRATELLO” DI JUAN MARTIN GUEVARA A CAMPOBASSO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CULTURA
domenica, 26 novembre 2017
Video streaming della presentazione del libro “Il Che, mio fratello” di Juan Martin Guevara a Campobasso
Si è svolto lunedì 27 novembre alle ore 18 presso l’Auditorium del Palazzo Gil "Cronache di Inverno Off - Dialogo con Juan Martin Guevara", in cui è stato presentato il libro Il Che mio fratello, ed è l’evento di anticipazione di Cronache di Inverno, che prenderà il via dal prossimo 21 dicembre, la rassegna promossa da Moliseweb dedicata a storie che arrivano da diverse parti del Molise, dell'Italia e del mondo.
 
 
Il libro
“Anche lui - Ernesto - aveva bisogno di quei momenti di intimità che gli permettevano di dimenticare le proprie responsabilità per ritornare semplicemente a essere un fratello”. Un’immagine di un Che Guevara uomo è quella che Juan Martin Guevara restituisce nel libro Il Che mio fratello, scritto 50 anni dopo la fucilazione del Comandante della rivoluzione cubana avvenuta il 9 ottobre del 1967. Dalle memorie personali, emerge il ritratto del bambino che divora romanzi di Salgari e Giulio Verne e gioca a rugby, dello studente di medicina che si laurea a tempo di record solo per conquistare la libertà di poter percorrere il viaggio nel mondo. Per riconciliarsi con un fratello adorato ma ingombrante, Juan Martín riannoda il filo dei ricordi e presenterà ciò che è stato Ernesto Guevara de la Serna prima di diventare una leggenda. Tra divertenti aneddoti di vita quotidiana e inediti scorci di un ambiente familiare colto e anticonvenzionale nell’Argentina tra gli anni Trenta e Sessanta, Juan Martín Guevara compie un’intensa, e a tratti dolorosa, incursione nella propria storia privata, lontana e recente.
 
Juan Martin Guevara
Juan Martín Guevara, classe 1943, è il minore dei cinque fratelli Guevara, e alla fine degli anni ’50, quando Ernesto “Che” Guevara entrava trionfante a La Habana, lui aveva 15 anni. Fu il prigioniero politico n°449, per otto anni e tre mesi durante la dittatura argentina, poiché militava nel PRT (Partido Revolucionario de los Trabajadores). Da allora il suo progetto più importante è lo studio del pensiero, l’approfondimento e l’attualizzazione della figura del “Che”, assassinato a La Higuera in Bolivia, il 9 ottobre 1967. Ha scritto il libro Il Che, mio fratello (ed. Giunti) con la giornalista francese Armelle Vincent, editato in diversi Paesi.
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate