CENTO NOMI PER IL MOLISE, ULIVO 2.0 PRESENTA I POTENZIALI CANDIDATI - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: REGIONE
lunedì, 13 novembre 2017
Cento nomi per il Molise, Ulivo 2.0 presenta i potenziali candidati
Nei locali del caffè letterario Livre di Campobasso, Ulivo 2.0 presenta i 100 nomi di persone che hanno dato la propria disponibilità a candidarsi per le prossime elezioni regionali. Al gruppo politico, già composto da Sinistra Italiana, MDP - Articolo Uno, Italia dei Valori, Comunisti Italiani, Lab - Possibile e Socialisti in Movimento, si unisce il neonato movimento Democratic@ presentato lo scorso 9 novembre . "Il 4 marzo sarà un appuntamento con la storia - ha detto Adele Fraracci, portavoce di Democratic@ - per mettere in moto la democrazia e riteniamo che a livello locale Ulivo 2.0 nelle linee programmatiche su lavoro, sanità, scuola è un interlocutore fondamentale, anche per spezzare un'ipocrisia presente nel nostro Molise" e facendo riferimento alle dichiarazioni del governatore Frattura il quale con la coalizione con 'Rialzati Molise' con Cotugno, Patriciello e Alfano ritiene di essere al centro sinistra, Fraracci sostiene che "tanto la politica di questi anni, quanto questa coalizione ci dicono di essere ben lontani da una politica di centrosinistra che abbia attenzioni nei confronti del lavoro, della sanità e della scuola. Le linee programmatiche ci vedono partecipi, anche con grande entusiasmo - ha tenuto a sottolineare la docente - all'Ulivo 2.0".
Il senatore Ruta ha letto i cento nominativi che hanno dato la disponibilità a candidarsi nelle liste di Ulivo 2.0 o in una delle liste ad esso collegate, "riservandosi di scegliere la lista più confacente  alle proprie sensibilità politiche".
"Cento nomi significa che sono almeno 5 liste - ha spiegato il senatore - cento nomi di  persone che hanno detto 'io ci sto' perchè la politica torni ad essere nobile e pulita. Non ci sono squali della politica o i furbissimi, ma solo persone che vogliono cambiare le cose. Abbiamo persone che non scelgono la furbizia, ma l'intelligenza e la generosità e puntano su una correttezza fondamentale che è fondante del centrosinistra".
Diversi i nomi venuti furori tra amministratori comunali, tra cui Giuseppe D'Elia, Alessandra Salvatore, Giose Trivisonno e Michele Durante consiglieri comunali di Campobasso, primi cittadini come Antonio Lombardi, sindaco di Torella del Sannio, Nicola Manocchio di Fossalto e Donato Pozzuto di Tufara, Rita Formichelli consigliere comunale di Isernia e gli attuali consiglieri regionali Francesco Totaro e Massimiliano Scarabeo, tra gli altri nomi anche Sergio Sorella della Cgil e Pasquale Guarracino della Uil e l'ex senatore Augusto Massa.
Ci sono ancora 15 giorni, fino a fine novembre, per raccogliere altre disponibilità e ognuno di questi nomi, più gli altri che si aggiungeranno, potranno accreditare un numero congruo di persone, orientativamente 10, che avrà diritto di voto in un'assemblea, dove con voto libero e segreto, si sceglierà il candidato presidente di Ulivo 2.0.
Chi vorrà, potrà presentare la propria candidatura che dovrà essere sottoscritta da almeno da 10 persone, e durante l'assemblea ogni candidato si presenterà ai presenti. Chi sarà poi scelto come candidato presidente dell'intera coalizione giurerà davanti ai presenti di rispettare le linee programmatiche che sono dell'intera assemblea, che sarà permanente, infatti il senatore Ruta, forse facendo anche riferimento alla mancata convocazione ordinaria dell'assemblea del Partito Democratico, ha sottolineato che l'assemblea di Ulivo 2.0 deve essere convocata ogni 5 o 6 mesi al massimo, per discutere delle scelte fondamentali che devono essere in ossequio, un'assemblea che può essere convocata anche da una parte dei componenti se si vede che ci sono contraddizioni o criticità.
Una votazione che ricorda un po' lo stile Cinque Stelle e che porterà così alla scelta del candidato governatore della regione che si conoscerà intorno al dieci dicembre. 
MI
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate