GLI OSSO DI SEPPIA APPRODANO ALLA FINALE NAZIONALE DELL'AREA SAN REMO GIOVANI. IL MOLISE SUL PALCO DELL'ARISTON? - Molise Web giornale online molisano
sabato, 04 novembre 2017
Gli Osso di Seppia approdano alla finale nazionale dell'Area San Remo Giovani. Il Molise sul palco dell'Ariston?
di Ludovica Colangelo
Il coraggio di affrontare le sfide, l'entusiasmo proprio dei vent'anni ed il disco Una nuova medicina pronto per essere pubblicato. Sono questi gli ingredienti fondamentali della band molisana Ossio di Seppia che, nelle ultime settimane, sta attraversando il tunnel dell'Area San Remo Giovani.
"Si tratta -ha spiegato la band- di un concorso correlato a San Remo Giovani e che permette a due artisti o gruppi di accedere al Festival in diretta Rai". Il tragitto per toccare la vetta della prima serata, però, è molto lungo oltre che faticoso ed è iniziato all'interno della piccola regione "dopo aver superato la selezione  regionale e, a seguire, quella interregionale -spiegano i giovani- siamo approdati alle semifinali nazionali a San Remo. Nella città dei fiori -proseguono- eravamo un migliaio e tra questi a sopravvivere sarebbero stati solo 145."
Un'impresa che per i componenti della band, Irene Rivellino, Vincenzo Sarli, Giovanni Marino, Fausto Baranello e Daniele Valerio, è risultata meno surreale di quanto potessero immaginare. "Martedì scorso abbiamo appreso che andremo a concorrere nella finale nazionale, dalla quale, verranno scelti gli otto che si esibiranno di fronte alla giuria Rai. Di questi a toccare il palco dell' Ariston saranno due gruppi o cantanti, insieme ad un altro paio, che già hanno un'etichetta discografica".
"Si tratta di un'esperienza molto positiva e ben organizzata. Il provino è durato pochi minuti ma abbiamo partecipato anche a degli stage con diversi cantautori, artisti e produttori. Sono stati degli incontri, sicuramente, molto utili per la nostra crescita musicale e, durante i quali, si è anche parlato di com'è il mondo della musica". Gli Osso di Seppia, però, così come accaduto  per la partecipazione, lo scorso 15 luglio, al Collisioni Festival di Barolo, insieme all'altra band molisana degli Arx, nella semifinale nazionale dell' Aria San Remo Giovani hanno dato grande importanza all'umanità e alle relazioni, infatti "abbiamo avuto - affermano -la possibilità di conoscere molti altri ragazzi che erano nella nostra stessa situazione e condividevano le nostre stesse emozioni. Sono nati, in questo modo, nuovi rapporti e amicizie. L'Area San Remo Giovani è un altro tipo di possibilità. Al Collisioni, infatti, abbiamo avuto il privilegio di cantare in un ambito dove si esibiscono anche molti artisti famosi ed è per questo che abbiamo avuto un ruolo marginale. A San Remo, invece, la visibilità sarebbe di gran lunga maggiore ed, inoltre, la sezione giovani è curata molto bene". 
Chissà, dunque, se ci sarà un poco di Molise sul palco dell' Ariston ma soprattutto se, anche per questa esperienza, la giovane band avrà trasformato in note le sottigliezze della vita al fine di svolgere un'attività simile a quella di un 'osso di seppia' che resiste nel tempo nonostante la società corrente non lasci spazio al ricordo e al sentimento. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Molise ed enogastronomia: ecco a voi le proprietĂ  del nocino molisano Molise ed enogastronomia: ecco a voi le proprietĂ  del nocino molisano
    di Luigi M.de Capoa   Il nocino è un liquore tipico molisano,preparato artigianalmente, rinnovando di generazione in generazione la ricetta. Liquore antico e molto gradito, è senza dubbio tra le bevande alcoliche più famoso in tutta la regione. Secondo la tradizione, il nocino viene preparato esclusivamente con...