TERREMOTO IN REGIONE: MOVIMENTO 5 STELLE CHIEDE IMMEDIATE DIMISSIONI AL GOVERNATORE FRATTURA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: REGIONE
venerdì, 20 ottobre 2017
Terremoto in Regione: Movimento 5 Stelle chiede immediate dimissioni al governatore Frattura
In un articolo pubblicato lo scorso 15 ottobre, veniva portata all'attenzione dei molisani la vicenda del presidente della Regione Valle d'Aosta, Pierluigi Marquis, che rassegnava le dimissioni dopo l'avviso di garanzia ricevuto nell'ambito dell'inchiesta sul ritrovamento di 25.000 euro nell'ufficio di presidenza. Un episodio che induceva a chiedersi per quale motivo un Presidente sceglie di non dimettersi e cosa spinge una Giunta, un Consiglio a non battere ciglio? Queste domande nascevano a seguito della conferenza stampa della più chiacchierata vicenda giudiziaria molisana degli ultimi anni: la cena dei ricatti.  Una sentenza che dopo tre anni ha visto Emanuela Petescia e Fabio Papa liberi dalle accuse lanciate da Frattura e Di Pardo, sui quali ora pende un'indagine per calunnia.
A distanza di qualche giorno hanno sciolto il silenzio i rappresentanti del Movimento dei Cinque Stelle che nella conferenza stampa indetta ieri mattina, 20 ottobre, hanno ripercorso le motivazioni che li ha visti rimarcare più volte "Frattura non è più degno di fare il Presidente della Regione!".  Come ha affermato il Consigliere Antonio Federico "questa la frase più ricorrente dopo le motivazioni della sentenza di Bari. Per me non è più stato degno da quando ha tradito le promesse sui tagli ai costi della politica, sul lavoro, da quando ha privatizzato pezzi sempre più grandi della sanità, o ha lasciato letteralmente a piedi migliaia di molisani alle prese con treni che si fermano, autobus che non partono e strade che franano. Quando spuntano situazioni come la questione Bio.Com o le biomasse di Campochiaro, che pericolosamente hanno intrecciato ruolo pubblico e affari privati.  La vicenda di Bari però ha scavato un solco ancor più profondo tra i cittadini e Frattura, che ha utilizzato le Istituzioni a suo uso e consumo, coinvolgendole in un processo con accuse pesanti ma senza sufficienti elementi di prova e che ha minato definitivamente la sua credibilità. Una vicenda che però riporta agli occhi dei cittadini una realtà sotterranea che è quel "sistema Molise" dal quale proprio non riusciamo a liberarci".
Una situazione che li ha indotti ad attivarsi e cercare un interlocutore che possa intervenire al Senato della Repubblica. La persona individuata, Gianluca Castaldi, avrà modo di informare la Presidenza dei Ministri dei risvolti della vicenda e del suo epilogo già dalla prossima settimana. Sia Federico che Praitano hanno evidenziato come, da sentenza, “riemerge un sistema di connivenza tra politica ed informazione in cui non può sfuggire come ci fosse la volontà di trovare un punto di incontro, anche sulla legge per l’editoria, ma che in realtà ha prodotto esasperazione tra le parti, fino ad arrivare ai noti eventi". Una vicenda che conferma la presenza di un sistema Molise con precise regole di gioco: inclinazione ad accordi sottobanco invece che risoluzione dei problemi.
"Ed allora diciamo - così hanno concluso - che Frattura non è più degno di fare il Governatore e per questo il MoVimento cinque stelle Molise ha presentato una MOZIONE DI SFIDUCIA. Ma noi molisani ricordiamoci della nostra dignità di uomini liberi quando sarà il momento".
Però, come confessava l’ispettore Rock nel mitico “Carosello”, anche il Movimento Cinque Stelle, ha commesso un errore. Le vicende giudiziarie sono utili per abbattere il nemico, ma non sufficienti per fregiarsi del titolo di purezza quando si è in corsa con l'avversario per cambiare una legge elettorale che - vogliamo ribadire - non può essere modificata un anno prima delle elezioni secondo la Raccomandazione del Consiglio europeo del 2003.

 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Costi della Politica, Il Guerriero Sannita contro Cristiano Di Pietro
    Il Movimento regionale del Guerriero Sannita il giorno 25 c.m.alle ore 10.30 in Campobasso alla Via Tiberio nr. 7, terrà una conferenza stampa: " Cristiano Di Pietro , gli impegni presi pubblicamente con il Popolo,abolizione degli enti inutili e dimezzamento delle indennità dei consiglieri regionali, argomenti che riguardano...