“Vado e torno”: un’esperienza di incontro e confronto. Visita in Comune di una delegazione dell’Istituto “Colozza”

Staff Direttivo dl Centro 
Cultural Italiano di Buenos
Aires

Il sindaco di Campobasso Antonio Battista ha ricevuto questa mattina il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Colozza”, professoressa Angelica Tirone, accompagnata dalle professoresse Annamaria Spallone e Gloria De Marco che hanno consegnato al primo cittadino un volume sulla città di Buenos Aires. Si tratta di un dono che arriva dal “Centro Cultural Italiano” a cui fanno capo tre istituti scolastici riconosciuti "di pari grado" rispetto alle scuole italiane e i cui titoli hanno valore in Italia e nella Comunità Europea. La visita a Palazzo San Giorgio, programmata a conclusione della prima fase del progetto “Vado e torno”, ha visto coinvolte all'interno di quest'ultimo, due istituzioni scolastiche geograficamente distanti, ma molto vicine culturalmente. Obiettivo del progetto “Vado e torno” quello di vivere fisicamente, o grazie all’ausilio dei mezzi tecnologici, l’andare verso ‘l’altro’ per conoscerlo e fare insieme un’esperienza significativa di vita, per poi tornare, arricchiti da questo confronto, nella propria realtà, con una visione personale più ampia, grazie ad una maggiore consapevolezza dell’esistenza ‘dell’altro’, diverso da sé, ma complementare. Due istituzioni che si incontrano e confrontano dunque partendo dai dirigenti scolastici: il presidente del Centro Cultural italiano a Buenos Aires Michele D’Angelo, di origini bojanesi, e il dirigente scolastico della “Colozza” Angelica Tirone che hanno progettato questa iniziativa a cui è seguito il soggiorno a Campobasso della prof.ssa Lucia Ricciotti, direttrice della scuola “Edmondo De Amicis” nel centralissimo quartiere CABA della metropoli argentina che, per tre settimane, ha visitato l’Istituto “Colozza”, facendo esperienza diretta dell’operare della dirigenza, dei docenti e del personale amministrativo, confrontandosi con docenti di tutte le discipline sul contesto educativo, sulle metodologie didattiche, sugli strumenti e le metodologie valutativi, partecipando agli eventi scolastici, e visitando anche i luoghi più significativi della nostra città e regione. La sua visita ha confermato la volontà di permettere anche alle scolaresche e ad altri docenti di venire in contatto attraverso il progetto. Si è quindi continuato con il gemellaggio di alcune classi dell’Istituto “Colozza” e dei tre istituti del “Centro Cultural Italiano”. La prima fase del progetto è terminata con la visita di una docente dell’I.C. “Colozza”, professoressa Annamaria Spallone, presso le scuole del “Centro Cultural Italiano”,occasione per stringere anche un legame tra il Centro e il Comune e la Provincia di Campobasso. La positività della prima fase del progetto fa già pensare ad una sua continuazione tesa a rafforzare i rapporti tra le due istituzioni scolastiche anche nell’ottica della valorizzazione del territorio molisano e del suo patrimonio culturale.