DAI “CENTO PASSI” ALLA “CITTà IDEALE”: MOLISE CINEMA OMAGGIA LUIGI LO CASCIO CON UNA ARENA STRACOLMA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: EVENTI
Nel pomeriggio l'incontro con Michele Montagano, sopravvissuto al campo di sterminio nazista di Bergen Belsen
Dai “Cento Passi” alla “Città Ideale”: Molise Cinema omaggia Luigi Lo Cascio con una Arena stracolma

di Davide Vitiello

 

Ieri è stato il grande giorno di Luigi Lo Cascio a Molise Cinema. L’artista siciliano, attesissimo, è arrivato a Casacalenda per partecipare al momento che il Festival ha voluto lui dedicare.

In serata è salito sul palco dell’arena insieme al direttore artistico Federico Pommier Vincelli e per un quarto d’ora Lo Cascio si è raccontato di fronte a una piazza stracolma. Dall’amore per il teatro all’incontro improvviso con Marco Tullio Giordana, il regista del film “I Cento Passi”, dedicato al giornalista Peppino Impastato assassinato dalla mafia nel 1978. Lo Cascio che nel film ha interpretato proprio Impastato, ha raccontato i giorni che hanno preceduto le riprese, l’incontro casuale con Giordana e con il mondo del cinema, un mondo a lui quasi del tutto sconosciuto prima di allora. La sua esperienza era limitata infatti solo all’aver compiuto gli studi nell’Accademia nazionale d’arte drammatica. E’ stato proprio quel film e l’interpretazione del ruolo di Impastato, che nel 2000 gli è valso il prestigioso riconoscimento del David di Donatello come migliore attore protagonista, a consacrarlo come attore di riferimento nel panorama cinematografico nazionale e non solo. Da allora è continuato il connubio vincente con Giordana attraverso il celebre film pluripremiato “La Meglio Gioventù” fino a “Romanzo di una strage”. La critica italiana non sempre lo ha premiato, come nel caso del film “Marina” accolto con indifferenza dalla grande distribuzione italiana ma apprezzato in altri stati europei e in particolare in Belgio. La parte finale dell’intervista è stata dedicata alla “Città Ideale”, film del 2012 scritto, diretto e interpretato da Lo Cascio nei panni dell’architetto ambientalista Michele Grassadonia, in concorso alla 69° edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Con la proiezione di questo film la quindicesima edizione di Molise Cinema ha voluto omaggiare l’artista siciliano, la cui giornata in Molise verrà ricordata anche per un altro aspetto non secondario: l’incontro fortuito e speciale nello stesso tempo con Michele Montagano, 96 anni, ufficiale italiano di Casacalenda, internato e sopravvissuto al campo di sterminio nazista di Bergen Belsen. L’incontro, immortalato da un bellissimo scatto fotografico, è destinato a restare nella storia della rassegna cinematografica molisana.

 

Il video con il momento della consegna del riconoscimento del Comune di Casacalenda all'artista Luigi Lo Cascio

In Evidenza

Ultimi Eventi

Ultimi Video

ELENCO VIDEO

Notizie Correlate