LA UIL MOLISE A CONVEGNO SULLA PREVENZIONE: DOMANI A SAN MARTINO IN PENSILIS - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: LAVORO
lunedì, 05 giugno 2017
La UIL Molise a convegno sulla prevenzione: domani a San Martino in Pensilis
La UIL Molise prosegue con le sue iniziative di confronto nel territorio e con i cittadini molisani. Nella mattinata di domani 6 giugno sarà la volta di San Martino in Pensilis, il luogo dove, circa settanta anni fa, questo sindacato ha iniziato a radicarsi in regione. Questo è il  luogo scelto per approfondire il tema della previdenza e delle pensioni.
È triste a dirsi, ma le pensioni dei molisani attualmente sono tra le più basse d’Italia. Proprio quelle pensioni con le quali i nostri anziani provano con difficoltà a condurre una vita dignitosa, a sorreggere le famiglie dove ci sono cassa integrati e disoccupati, ad aiutare i nipoti che un posto di lavoro non lo trovano, in una ragione dove la povertà dilaga. Anche se il disagio sociale aumenta soprattutto per la mancanza di lavoro, stabile, sicuro, ben remunerato .Proprio la connessione fra il lavoro, la previdenza e le pensioni di oggi e quelle del futuro sta al centro della nostra riflessione.Tecla Boccardo, leader della UIL molisana, argomenta: “Perché il lavoro che non si trova porterà in futuro ad avere pensioni ancora più magre, perché i fruitori di ammortizzatori sociali fanno fatica a mettere da parte contribuzione previdenziale “forte”, e nel frattempo le rigidità in uscita e un’età pensionabile troppo alta tiene in servizio, ad esempio, lavoratori edili costretti ad andare sui cantieri o infermieri che stanno nei pronto soccorso ben oltre i sessant’anni di età. E nel frattempo i giovani stanno sulle panchine nei giardinetti. È questo un circolo vizioso che va spezzato utilizzando appieno le risorse e le opportunità di sviluppo della Regione, che oggi finalmente sembrano esistere. Per questo non ci stancheremo mai di sollecitare la politica, nazionale e locale, affinché metta, in maniera determinata e determinante, al centro della sua agenda: il LAVORO!”
La UIL, che in questa Regione è impegnata in una presenza capillare nei comuni (“dove lo Stato arretra la UIL avanza”) e su tutti i diversi temi che interessano i lavoratori ed i pensionati ma più in generale l’intera comunità, vuole anzitutto confrontarsi con la base sindacale, con gli iscritti, sempre più numerosi. “È soprattutto a loro che vogliamo garantire la più ampia partecipazione e il pieno coinvolgimento nelle nostre iniziative, per un’occasione di confronto libero e per un adeguato livello di informazione. Anche così, secondo me – continua Boccardo –,contribuiamo allo sviluppo della cultura della legalità e dei diritti, in luogo dell’inveterata abitudine a contare solo sul favore del “potente di turno” o della clientela politica.”
L’autonomia nella elaborazione delle idee, l’autorevolezza nella elaborazione delle proposte, il confronto con gli altri attori sociali e con gli interlocutori istituzionali, la partecipazione di iscritti e dirigenti, l’attenzione alle fasce deboli ed ai diritti dei lavoratori e dei pensionati continuano a caratterizzare la UIL del Molise. “In iniziative, come quella di oggi, vogliamo fare analisi, definire la linea di azione, approntare la strategia da mettere in campo, qui come a Roma, lanciare sfide di politica sindacale. Noi continuiamo ad essere il Sindacato di protesta e di proposta.”
“In un luogo così significativo per la nostra storia e su un tema così importante come la previdenza e la connessione lavoro-pensione, con l’ampia presenza e interesse che siamo certi di raccogliere, non potevano mancare autorevoli tecnici (è prevista anche la partecipazione di un dirigente dell’Inps molisana) e alcune autorità nazionali: Imburgia, che del nostro Patronato è il Direttore nazionale, e Bellissima, Segretario generale della UIL Pensionati. È lui uno dei protagonisti delle lotte per una pensione dignitosa, attualmente impegnato nel tavolo di confronto fra Governo e Sindacati per la modifica della Legge Fornero.”
Con loro e con tutti coloro che saranno interessati, si parlerà della quattordicesima mensilità in arrivo per i pensionati, del diverso metodo di adeguamento dei loro trattamenti, della flessibilità in uscita attraverso l’APE, delle nuove forme di ricostruzione della carriera lavorativa e contributiva, dei nuovi voucher. Si tratta di tematiche, in alcuni casi con decisioni già adottate e in altri con confronti attivati tra Governo e Sindacati “sperando che la chiusura anticipata della legislatura verso cui i partiti politici sembrano correre - osserva la UIL - non mandi a vuoto il tanto lavoro di indagine, di confronto e gli accordi già realizzati sulla previdenza, non rimandi a chissà quando la riforma necessaria degli ammortizzatori sociali, non vanifichi le giuste attese dei dipendenti pubblici per il rinnovo dei loro contratti.”
Il proposito della UIL molisana: “Parliamo di pensioni di oggi e di quelle di domani, consapevoli però come siamo che è dal lavoro, e solo con il lavoro, che può realizzarsi la piena libertà, la dignità delle persone ed il riscatto del nostro Molise. Anche questa volta, come UIL Molise, sapremo tenere assieme tutti gli obiettivi, l’attenzione su tutte le diverse partite aperte, le attese di tutti, dei lavoratori e dei pensionati.”

In Evidenza

Ultimi Eventi

Ultimi Video

ELENCO VIDEO

Notizie Correlate