GUARDIALFIERA CITTà D'ARTE E CULTURA: INAUGURATA LA MOSTRA NAZIONALE DI CALLIGRAFIA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CULTURA
Elaborati arrivati da ogni parte d'Italia, centoventi gli allestitori. In programma a settembre la manifestazione conclusiva e la premiazione
Guardialfiera città d'arte e cultura: inaugurata la mostra nazionale di calligrafia

E' stata un successo la giornata inaugurale della mostra nazionale di calligrafia tenutasi ieri mattina a Guardialfiera, in attesa della cerimonia conclusiva che si terrà nel mese di settembre, allorquando verranno premiati i migliori elaborati inviati al Centro Studi Molise 2000 da ogni dove.

Centinaia di elaborati di pregevole fattura, di ogni tipologia e di grande impatto emotivo. Grazie alla regia attenta del Centro Studio Molise 2000 di Vincenzo Di Sabato, alla collaborazione  dell’Ufficio Scolastico del Molise, dell’Istituto Grafologico Internazionale di Urbino, al Club de “ I Borghi d’Eccellenza”, del Comitato Tecnico Scientifico costituito dal “ Fondo Ascoli “ Storia e Cultura Abbiategrasso e  “ Scriptorium Medioevale “ di Fabriano, dell’Associazione Borghi della Salute, Proloco di Guardialfiera, con il patrocinio del Comune di Guardialfiera.

Centinaia di ragazzi delle scuole superiori di Termoli, Larino, Campobasso e di fuori regione hanno gioito, unitamente a dirigenti scolastici, professori, appassionati, studiosi , all’apertura di una mostra di grande spessore.

Opere mirabili, esaltazione del bello, esaltazione di materiale umano intriso di notevole abile e lodevole prezioso lavoro ed amore, per una ritrovata voglia di esternare il proprio io, con un librare di lettere e di scritti che sanno di altri tempi e che fanno bella mostra, dando e donando il giusto sonoro canto di pregevole espressione e voglia di ricomprendere che essa con il bello abbattono muri e cancellano differenze e indifferenze. Tutto di un fiato e senza pigrizia, le opere esposte volgono all’unisono verso quella finestra aperta al mondo e, gridano : libertà... Libertà di espressione, di idee ma, soprattutto “amore”.

Protagonisti  sono stati in particolare i giovani. Dal Liceo Scientifico al Classico , dall’Istituto d’Arte alle Scuole Medie, alla Biblioteca Apostolica Vaticana, per un “escursio” grafologico di rara intensità fino a immergersi insieme a scrittori e relatori di fama quali: Francesco Paolo Tanzj, Federica Fava del Piano, Silvana Madia, accompagnati nella lettura dalla voce di Michela Cirella, sapientemente governati nelle parole e nel tempo da Paola Di Sabato, nella decantazione del segno, della storia , del senso, trasportati nell’etere dalla critica di Giorgio Palmieri. Un ringraziamento infine a Giovanna Greco e Maria Pia Menichetti per aver fatto rivivere un passato in grado di proiettare il visitatore in un futuro migliore.

Inizio modulo

 

 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate